Più umiliante dell’Europa League

di Redazione

Ci sono lavori che nessuno di noi vorrebbe mai fare. Tipo pulire i bagni pubblici, svolgere il turno di notte in un casello sulla A4 o  guardare la sessantaqualcosa edizione di Sanremo per scriverne su Twitter. Per fortuna ci sono persone che li svolgono per noi. Nel caso di Sanremo poi, tra loro ci sono un paio dei giornalisti italiani che qui a Studio stimiamo maggiormente. Non solo tra i migliori, più attenti e informati. Non solo tra i meno paludati. Ma anche tra i più divertenti. Ecco, dopo il salto, un “best of” dei loro (insieme a quelli di un sito “a tema”) cinguettii.

christianrocca

I take that in una cover di “Si può dare di più”

Da una parte canta giannimorandi, dall’altra parla Storace. La fotografia dell’italia

La novità di Sanremo 2011 è questa: tra l’annuncio del cantante e l’avvio della canzone si sentono 2 tizi che parlano in romanesco

Al secondo ascolto le canzoni sono migliori, ma ancora nessuna è entrata nel XXI secolo. Stiamo uniti

Max Pezzali canta bene, ma questa operazione nostalgia mi ricorda beccalossi e anastasi che commentano le partite su telelombardia

Si ricomincia all’insegna della modernità. Donna Summer

Sembra la sessantunesima serata della sesta edizione di sanremo

Vecchioni che vince Sanremo nel 2011 è come se Anastasi vincesse la classifica cannonieri quest’anno, in coppia con Battiato

Più umiliante dell’Europa League

claudiocerasa

Da segnalare l’altissima qualità dei dialoghi tra Morandi e le giovani promesse. Del tipo: “E’ stato emozionate suonare a San Remo?”. Si”.

Praticamente la traduttrice di Sanremo ha il compito di tradurre le traduzioni di Gianni Morandi

Al prossimo “restiamo uniti” mi faccio esplodere

Dai ragazzi poteva andare peggio: potevano anche cantare tutti insieme, e tutti uniti, o sole mio

Se non c’era Van De Sfroos in finale la Lega faceva una crisi di governo

Gira voce che il regolamento di Sanremo sia stato scritto dagli stessi che hanno buttato giù lo statuto del Partito democratico

Manca ancora un’ora – E’ la serata giusta per portare il testamento biologico in Aula

Non mi stupirei se arrivasse ora sul palco di Sanremo Bruno Vespa a presentare il suo ultimo libro

sanremochiuso

La pubblicità è l’unica cosa che tiene in vita la redazione di Sanremo Chiuso.

Massimo Ranieri è in realtà il superospite internazionale. Una volta è stato in Svizzera.

L’Eurofestival a maggio sembrerà una personale di Schnabel in confronto a questo.

70 persone ferme sul palco. Alla regia ora c’è Marina Abramovich.

Devo prendere l’ennesimo Plasil per colpa di Al Bano.

La regia crolla cinque minuti prima della fine.

Finisce l’Eurovisione in Italia, San Marino e Corsica.

This entry was posted in Media&Innovazione. Bookmark the permalink.

3 Responses to Più umiliante dell’Europa League

  1. Giancarlo Mazzetti says:

    Non mi ha fatto ridere.

  2. Muzzi says:

    A me alcune sì.

    • Giancarlo Mazzetti says:

      Niente di più delle barzellette sui carabinieri: sorriso a malapena abbozzato, concetti sentiti e risentiti, nessuno spunto interessante. Più vecchio, più banale e più ridondante del Festival stesso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s