Facebook o non facebook, arte o non arte, anonimato o non anonimato

di Redazione

Succede che l’artista milanese Ivano Atzori – che fu Dumbo tanto per intenderci – ha deciso di aprire un profilo di Facebook per poi non accettare le richieste di amicizia e tenerle sospese. Tutte tranne tre, fra cui la gallerista Gloria Maria Cappelletti, la pr Simona Carchia e l’artista Miltos Manetas. “Qui gatta ci cova”, ha mormorato il vivace ma secchionissimo mondo dell’arte contemporanea e affini. La polemica è divampata sul bel blog di Elena Bordignon, che al presunto progetto ha dedicato un dubbioso ma divertito post. C’è chi aspetta curioso, chi inorridisce, chi insulta, chi rosica, chi se ne frega. Chi dice “cosa c’entra sta roba con l’arte contemporanea” e chi sostiene l’artista senza se e senza ma. Ci sono anche i complottisti alla “tutta questa copertura mediatica, so io come se l’è guadagnata”; c’è chi solleva dubbi mantenendo l’anonimato, e chi invita gli anonimi a uscire allo scoperto. Mancano i nani e le ballerine, poi ci siamo tutti. Non è che forse era proprio quello che voleva Atzori? Staremo a vedere.

This entry was posted in Arte. Bookmark the permalink.

One Response to Facebook o non facebook, arte o non arte, anonimato o non anonimato

  1. Pingback: Il Facebook di Ivano - UNOTRE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s