Paddle8: la start-up di un gentleman ben vestito

di Cesare Alemanni

Oltre a essere uno dei gentleman meglio vestiti d’Inghilterra (il suo modello dichiarato è il Duca di Windsor), Alexander Gilkes – laurea a Eton e ascendenza milionaria – è dotato di considerevole arguzia e spirito d’osservazione. Nel 2007 – all’epoca era il direttore della comunicazione dello champagne Krugg – mise all’opera queste sue qualità per sintetizzare l’essenza delle bollicine per cui lavorava: “Le persone che bevono il nostro champagne sono educate e colte. Quel genere di persone che potrebbero anche possedere una Ferrari, ma di certo non comprerebbero mai una Lamborghini”. Di recente, da direttore marketing della prestigiosa casa d’arte Phillips de Pury – un ruolo che ha ricoperto per tre anni –  Gilkes si è invece reso conto che: “Il 60% per cento dell’arte venduta al mondo, viene acquistata dando una rapida occhiata a un .jpeg. Molti collezionisti non vedono di persona il pezzo che hanno acquistato fino a quando non lo ricevono impacchettato a casa”.

Assodato questo, Gilkes è giunto alla logica conclusione che oggi la magnificenza strutturale di molte fiere d’arte e gallerie potrebbe anche essere del tutto inessenziale (perlomeno da un punto di vista commerciale) e che per proporre dell’arte interessante e appetibile tutto ciò che serve è proporre arte appetibile e interessante. E a tale scopo anche un sito web è più che sufficiente. A patto che non si limiti a essere una vetrina commerciale in stile ElefantinoTV 2.0, ma si imponga di perseguire con rigori pari a quello delle migliori gallerie una linea di innovazione e ricerca. Con questa visione in testa Gilkes si è reinventato digital gallerist e si appresta a lanciare Paddle8: “an online art business based around curating online selling exhibition featuring works from some of the world’s best-regarded galleries. It’s selling but in a different way – it’s about what else is out there rather than a focus on a single house’s auction”. Definizione di Monocle che ha inserito Gilkes nella sua lista delle 20 personalità a cui guardare con interesse per il prossimo futuro.


This entry was posted in Arte. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s