Un po’ di Italia nel libro della Palin

I media italiani – tranne il diretto interessato sulla prima del Sole24ore di oggi e Christian Rocca sul suo blog – non l’hanno fatto notare, ma nel nuovo libro di Sarah Palin, “America by heart”, l’ex governatrice dell’Alaska indica come faro della propria linea in politica economica la teoria “pro market e non pro business” dell’economista Luigi Zingales.

E’ lo stesso Zingales a stupirsene oggi e a riconoscere a Sarah Palin (sul cui rapporto coi media la giornalista americana Ana Marie Cox ci ha scritto un bel pezzo che pubblicheremo sul numero zero di Studio) un coraggio – quello di schierarsi a favore del libero mercato anche quando questo non combacia con gli interessi dei grandi poteri finanziari – di cui i politici italiani peccano. Zingales aggiunge che per la Palin è facile assumere questa posizione perché ha già tutto l’establishment contro e perché la sua campagna elettorale permanente è finanziata dal basso attraverso internet e non coi soldi dei grossi potentati economici. Però intanto l’ha fatto, aggiunge orgogliosamente l’economista italiano.

This entry was posted in Politica&Società. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s