Un pensierino post-primarie

Bene hanno fatto ieri Claudio Cerasa e Luca Sofri a mettere in guardia da tutti quei commentatori politici che hanno frettolosamente fatto passare la vittoria Pisapia alle primarie meneghine come semplice conseguenza del vento vendolista (o si dice vendoliano?) che forte spira nel Paese. La biografia politica e professionale dell’avvocato milanese del resto parla da sé, e appare davvero riduttivo liquidare decenni di indipendenza e garantismo in quei termini. E alcune delle sue proposte sono molto meno massimaliste delle posizioni del partito che lo sostiene fin da giugno, Sinistra e Libertà. Però c’è un però.

Siamo proprio sicuri che i 67.000 e rotti che l’hanno votato, l’abbiano fatto sulla base di un programma e di una storia di tutto rispetto? L’impressione, dando un’occhio ai commenti in rete e facendo le famose quattro chiacchiere al bar, è che la vittoria sia arrivata principalmente per due motivi:

– dare l’ennesima lezione a un Pd annacquato, considerato ormai troppo arrendevole sul fronte anti-Berlusca e anti-Marchionne dal proprio elettorato di riferimento, tornando così verso una sinistra-sinistra modello “come eravamo belli” di cui c’è in giro una voglia matta;

– punire Boeri, reo di aver fatto affari col “mostro” Ligresti (ah, che bramosità di mostri in giro. Un architetto che ha a che fare con un costruttore, robe da matti).

Speriamo di sbagliarci, ma l’idea che Pisapia sia più realista e meno barricadero del proprio elettorato non è campata in aria. E Milano ha bisogno di tutto tranne che della nostalgia canaglia per le barricate.


This entry was posted in Politica&Società. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s