Primarie Pd a Milano, le squadre in campo

Chi sta con chi? A pochi giorni dalle elezioni primarie indette dal Pd per eleggere il proprio candidato a Palazzo Marino, tentiamo di capire come si è schierata la cosiddetta società civile milanese, dando un occhio anche agli endorsement da novanta giunti da fuori i confini cittadini.

Stefano Boeri, secondo alcuni scelto dal Politburo (ma esiste ancora?) del partito, ha incassato l’appoggio dell’ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari. Il filosofo ha giustificato così la propria scelta: “[Boeri] è un uomo con grandi competenze architettoniche, urbanistiche e amministrative, che può prendere voti al centro come a sinistra, per usare queste decrepite categorie”.

Tra i supporter dell’archistar, i colleghi Renzo Piano e Fabio Novembre, Gabriele Basilico, Grazia Neri, Massimo Coppola, Francesco Bonami, don Gino Rigoldi, il giurista Guido Rossi e lo scrittore Antonio Scurati, che lo scorso 3 ottobre, al Teatro Elfo Puccini, ha spiegato in occasione del primo grande incontro tra il comitato per Boeri sindaco e il candidato: “Pochi in Europa e pochissimi in Italia hanno una conoscenza così approfondita e articolata delle problematiche e delle soluzioni che si possono dare alla vita di una grande metropoli europea”.

Apparentemente favorito dai sondaggi, l’avvocato Giuliano Pisapia ha invece accolto a Milano Nichi Vendola, che lo scorso 6 novembre ha detto: “Io vengo dalla sinistra radicale, ma voglio essere protagonista della sinistra e basta. (…) Dobbiamo ripartire da Milano, uno dei grandi laboratori delle destre, proprio come siamo ripartiti dalla mia Puglia”.

Pisapia può contare tra i propri sostenitori anche un giornalista protagonista del piccolo schermo come Gad Lerner, che su Vanity Fair di questa settimana ha scritto a proposito delle primarie e di Vendola:

“La caratura intellettuale di Vendola mi pare decisamente superiore rispetto ai cosiddetti “rottamatori” del Partito democratico che in gran numero si sono riuniti il giorno stesso a Firenze, manifestando a loro volta un bisogno di militanza fuori dalle strettoie burocratiche. C’è subbuglio, le alternative oggi hanno ancora volti sconosciuti e balbettano solo proposte generiche di fronte alla necessità di fronteggiare una crisi che cambia la vita delle persone. Ma perché non riconoscere con sollievo l’energia positiva dei cittadini che vogliono tornare a scegliere democraticamente i loro rappresentanti?”.

L’esercito di Pisapia schiera inoltre altre penne come Stefano Jesurum, Natalia Aspesi e Isabella Bossi Fedrigotti, poi Roberto Vecchioni, Moni Ovadia e Bebo Storti, la scrittrice Silvia Ballestra, l’editore Alessandro Dalai e il premio Nobel Dario Fo, candidato alle primarie di quella che nel 2006 si chiamava ancora Unione: “Buttati Giuliano – ha detto Fo – tu sei più fortunato di me, perché a differenza di cinque anni fa l’aria è cambiata, c’è più attenzione e partecipazione fra la gente”.

E ora passiamo ai due candidati, passateci l’aggettivo, “minori”: il costituzionalista Valerio Onida e l’ambientalista Michele Sacerdoti.

Sostiene Valerio Onida l’ex magistrato del pool di Mani Pulite Gherardo Colombo, in platea durante la presentazione del programma al teatro Puccini. In sua compagnia, ci sono Umberto Ambrosoli (figlio dell’avvocato Giorgio Ambrosoli), il legale della famiglia Englaro Vittorio Angiolini, Benedetta Tobagi, il giornalista Corrado Stajano e il regista Ermanno Olmi.

Il critico d’arte ed ex assessore del Comune di Milano Philippe Daverio ha invece scelto di supportare la candidatura di Michele Sacerdoti insieme all’urbanista Gianni Beltrame, gli architetti Pietro Lupieri e Angelo Fugazza, il fisico Marco Giammarchi e lo storico dell’arte Arturo Schwarz.

Ovviamente, campioni e fuori classe sono stati tutti ingaggiati dalle due squadre di serie A.

This entry was posted in Politica&Società. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s